Mater al massimo: gara 1 da tre punti con Reggio
Va alla Materdominivolley.it Castellana Grotte l’andata dei preliminari playout. Al Pala Grotte, la formazione allenata da Maurizio Castellano batte il Conad Reggio Emilia per 3-1 e merita un piccolo vantaggio in ottica ritorno.
in serie A2  del 28-03-2018
di Admin
foto Mater al massimo: gara 1 da tre punti con Reggio

#materdomini #CuoreMater #A2Mvolley

(70)

Va alla Materdominivolley.it Castellana Grotte l’andata dei preliminari playout del campionato nazionale serie A2 Unipolsai di pallavolo maschile. Al Pala Grotte, la formazione allenata da Maurizio Castellano batte il Conad Reggio Emilia per 3-1 (25-19, 25-20, 23-25, 25-19) e conquista tre punti. Fattore non secondario perché apre un piccolo vantaggio nell’ottica della gara di ritorno in programma domenica 1 aprile a Reggio Emilia. Oltre che con una seconda vittoria, infatti, Castellana sarebbe salva anche con una sconfitta al tie break. In caso di successo da tre punti del Reggio Emilia, invece, la salvezza diretta sarà comunque decisa al golden set.

Gara perfetta, ad eccezione di un piccolo passaggio nel terzo set, per la Materdomini: più efficaci in attacco e in battuta, più compatti a muro, reattivi in difesa, i pugliesi battono la prima volta in stagione gli emiliani, meritano la quinta vittoria di fila in casa e guardano con più ottimismo a gara 2. Top scorer del match Alessio Fiore con 21 punti, 3 ace, 3 muri e 50% in attacco. Bene anche Patriarca (5 muri), Gradi e Lavia (15 e 13 punti a testa), Marsili (con ben 7 punti) e Battista (protagonista con diverse difese decisive).


La Materdomini di Castellano con la formazione prevista alla vigilia: Marsili in regia, Gradi opposto, Fiore e Lavia in banda, Gargiulo e Patriarca al centro, Battista libero. Il Conad di Held con Iglesias palleggiatore, Koiramann opposto, Ippolito e Bellini schiacciatori, Sesto e Bortolozzo centrali, Morgese libero.

CRONACA - Muro e due attacchi di Lavia per il 4-2 iniziale. Primo tempo e muro di Bortolozzo per il 6-6. Bellini in pipe e un paio di errori gialloblù per il primo break emiliano (6-9), due volte Fiore e Lavia per il pareggio a 11. Fase centrale con poca lucidità e l’ace di Lavia del 14-13. Reggio tiene e torna davanti con Bortolozzo (14-16). Fiore e Gradi si infilano nel muro ospite (16-17), Marsili piazza l’ace del pareggio (17-17). Due errori Conad per il break che pare decisivo (19-17), Lavia e l’ace di Fiore per la fuga (23-18). Dai nove metri: ace di Fiore ed errore Reggio per il 25-19.

Inizio opposto nel secondo parziale: 2-4 col muro di Sesto. Ace di Lavia da una parte (4-4), doppio ace di Ippolito dall’altra (4-7). Torna subito nel set la Mater: doppio block out di Fiore e Gargiulo per il 10-9. Due volte Patriarca, due volte Gradi e il muro di Gargiulo: Castellana prova ad allungare (16-13). Tre volte Koiramann, due volte Gargiulo (anche con un po’ di fortuna): distacco immutato (19-16). Così come nel primo set, la Mater sfonda dalla battuta con il solito Fiore e con l’inaspettato Manginelli: 22-17. Patriarca, ancora Patriarca, sempre Patriarca: il 25-20 lo costruisce tutto il centralone Mater.

Si ricomincia con il ritmo del PalaGrotte che spinge la Mater e con il giallo per proteste a Bortolozzo. Castellana difende con la voglia di chi vuole chiudere, Reggio Emilia sbanda con meno certezze: 11-6. Bortolozzo e Bonante provano a tirare su gli emiliani (13-11), Gradi per due volte li ricaccia giù (17-14). L’ace di Bellini apre al finale in bilico (18-17). Rosso alla panchina pugliese e sorpasso Reggio nel momento più delicato: 19-20. Patriarca e Gradi provano la rimonta (21-22), Fiore due volte aggancia il pareggio (23-23), Bellini e Koraimann riaprono la gara: 23-25.

La Mater ricomincia con il piglio giusto: due muri di fila per il 3-1. Altra difesa di Battista, Marsili di prima (4-1). Gradi e Fiore a muro: Castellana prova un nuovo allungo (7-4). Lavia spezza il parziale emiliano (11-7), Bellini e Koiramann lo riaccendono (11-10). Marsili e Lavia “chiamano” il time out di Held (14-10), Patriarca a muro e Gradi con l’ace fortunato per il massimo vantaggio (16-10). Patriarca e Marsili a muro costruiscono più di una certezza, il tap in di Fiore lancia la volata finale: 19-11. Fase finale con tanti errori ma con la Materdomini che tiene il vantaggio fino al 23-16. Il turno in battuta di Ippolito avvicina Reggio (23-19), Gradi in attacco e a muro chiudono il 25-19.

TABELLINO

Materdominivolley.it Castellana Grotte - Conad Reggio Emilia 3-1
25-19 (26’), 25-20 (28’), 23-25 (31’), 25-19 (25’)


Castellana Grotte: Marsili 7, Fiore 21, Gargiulo 5, Gradi 15, Lavia 13, Patriarca 11, Battista (L), Di Carlo, Manginellli 1. ne Chadtchyn, Garofolo, Saibene, Pilotto.
All. Castellano, II all. Castiglia, scout Pastore.
Battute vincenti/errate: 8/16
Muri: 16
Ricezione positiva/perfetta: 56/36. Attacco: 49
Errori gratuiti: 9 att / 7 ric
Reggio Emilia: Iglesias 1, Ippolito 9, Sesto 2, Koraimann 16, Bellini 14, Bortolozzo 9, Morgese (L), Held 1, Ferrari 3, Bonante 1, Cester. ne Arienti, Onwuelo.
All. Held, II all. Zambolin, scout Mori.
Battute vincenti/errate: 6/13
Muri: 9
Ricezione positiva/perfetta: 54/31. Attacco: 38
Errori gratuiti: 8 att / 9 ric
Arbitri: Giorgia Spinnicchia di Catania, Roberto Guarneri di Messina
 

Condividi:
  • facebook
  • twitter
Materdominivolley.it Castellana Grotte - via S. Sonnino, 42 - 70013 Castellana Grotte - P.IVA 06463010725
solcom logo